ANNO 2018

Anche per l'anno 2018 il Consiglio di Bacino Bacchiglione, ha stanziato un importo pari ad € 547.955,50 del proprio avanzo di amministrazione al finanziamento di interventi di politiche sociali a favore delle cosiddette “utenze deboli”, che rappresentano i nuclei familiari in condizioni socio-economiche disagiate o soggetti in difficoltà residenti nei territori dei Comuni soci. Tale avanzo è ripartito per ciascun Comune sulla base di 0,50 € per ciascuna abitante. Con la delibera assembleare n. 13 di reg. del 18.07.2018, ha approvato il regolamento per l'utilizzo del bonus idrico integrativo per l'anno 2018.

Regolamento bonus idrico integrativo

Suddivisione importi per Comune

 

______________________________________________________________

ANNO 2017

Il Consiglio di Bacino Bacchiglione, con la delibera assembleare n. 14 di reg. del 30.11.2016, ha stabilito di destinare per l’anno 2017 un importo pari ad € 547.955,50 del proprio avanzo di amministrazione al finanziamento di interventi di politiche sociali a favore delle cosiddette “utenze deboli”, che rappresentano i nuclei familiari in condizioni socio-economiche disagiate o soggetti in difficoltà residenti nei territori dei Comuni soci. Tale avanzo è ripartito per ciascun Comune sulla base di 0,50 € per ciascuna abitante residente come da Censimento 2011 (1.095.911 popolazione legale residente nei comuni ricadenti nell’ambito Bacchiglione).

Per poter usufruire della relativa quota ciascun Comune, tramite i propri uffici, dovrà predisporre un elenco dei nuclei familiari in difficoltà per l’anno 2017 (per l’individuazione di tali nuclei ci si può avvalere di eventuali regolamenti dallo stesso Comune predisposti), indicando:

  • il codice delle rispettive utenze che andranno a beneficiare del Fondo per il totale/parziale pagamento delle bollette del S.I.I.;
  • la somma in riduzione da applicare all’importo delle bollette da parte del Gestore del S.I.I;

I Comuni Soci dovranno produrre esclusivamente all’indirizzo PEC del rispettivo Gestore e per conoscenza allo  scrivente Ente d’Ambito (atobacchiglione@legalmail.it), l’elenco delle “utenze deboli” che andranno a beneficiare del Fondo, con indicato l’importo da ridurre a ciascuna di esse sull’ammontare totale della bolletta del S.I.I. Successivamente, il Gestore del S.I.I. competente per territorio applicherà direttamente in sede di fatturazione agli utenti segnalati dai Comuni le riduzioni assegnate, indicando espressamente in bolletta la relativa causale.